Operaio morto sul lavoro a Scandicci, Nocentini: “Serve un impegno concreto sulla sicurezza”


“Anche oggi dobbiamo contare un altro morto sul lavoro, l’ennesimo di una lista infinita che ha insanguinato la Toscana. E’ inaccettabile per un paese civile”. Questo il commento del Segretario Generale UIL Toscana, Annalisa Nocentini, sull’incidente mortale sul lavoro avvenuto oggi a Scandicci.

“Sono anni che i sindacati chiedono interventi decisi sulla sicurezza, controlli e monitoraggi che ancora invece mancano – aggiunge Nocentini – Per tenere alta l’attenzione sul tema della sicurezza abbiamo dedicato le manifestazioni del Primo Maggio a Prato del 2018, e anche l’ultima Festa dei Lavoratori, che a causa dell’emergenza Covid-19 si è svolta in modo virtuale, è stata dedicata interamente alla sicurezza nei luoghi di lavoro. Adesso è il momento di dare concretezza alle proposte e fermare questo bollettino di guerra quotidiano. Non possiamo permetterci di aspettare ulteriormente”.

Firenze, 22 maggio 2020