Nocentini (UIL Toscana): “Pieno sostegno allo sciopero del pubblico impiego, servono risposte per una PA efficiente e con condizioni di lavoro dignitose”

“Tutto il sindacato è a fianco dei lavoratori del pubblico impiego in questa battaglia. Perché quando parliamo di pubblica amministrazione parliamo di infermieri, di personale sanitario, di vigili del fuoco, di lavoratori e lavoratrici che, in queste mesi, rischiano e hanno rischiato la propria vita per metterla a disposizione degli altri e continuare a dare servizi a cittadini e imprese”. Queste le parole di Annalisa Nocentini, Segretario Generale UIL Toscana, sullo sciopero dei lavoratori del pubblico impiego di mercoledì 9 dicembre, che vedrà mobilitazioni in tutte le principali città toscane.

“Rinnovare i contratti è una tappa fondamentale per far ripartire il Paese. Ed è bene ricordarlo, quello del pubblico impiego è scaduto da 2 anni – aggiunge Nocentini – Ma non è una questione solo salariale. I lavoratori con questo sciopero chiedono con forza di rinnovare la PA attraverso assunzioni e stabilizzazioni, di investire in sicurezza per garantire ai lavoratori di non essere più vittime di aggressioni sistematiche, come capita all’ordine del giorno al personale sanitario e non solo. Solo così possiamo davvero creare le condizioni per una pubblica amministrazione efficiente. Il Governo ascolti le piazze che mercoledì, nel rispetto delle norme previste, si animeranno in tutta Italia. Il senso di responsabilità non può essere sempre scaricato sulle spalle dei lavoratori”.

Firenze, 7 dicembre 2020