Infortunio sul lavoro Food Italia. I sindacati proclamano due ore di sciopero: “Una situazione intollerabile, di grave pericolo per i lavoratori. E’ ora di dire basta”


Due ore di sciopero, venerdì 18 settembre, al termine di ogni turno nello stabilimento Food Italia di Casale di Prato, proclamate dai sindacati di categoria Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil: è la risposta dei lavoratori del complesso industriale, dopo che una loro collega, nella serata di ieri , martedì 15 settembre, è rimasta vittima di un grave infortunio.

In un comunicato, con il quale proclamano lo sciopero di due ore, Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil, denunciano “la pesantezza delle condizioni di lavoro, e la conseguente pericolosità in cui si svolge l’attività lavorativa” alla Food Italia.

“Un altro infortunio – scrivono i tre sindacati –, che purtroppo è solo l’ultimo di una serie dalle conseguenze gravi, che testimonia quanto detto.
Recita ancora il comunicato di Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-UiI: “Non è la prima volta che avviene. Le Rls (Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza) e Rsu (Rappresentanza sindacale unitaria) dell’azienda hanno denunciato più volte l’estrema pericolosità in cui si svolge l’attività lavorativa, con il rischio sempre presente di incidenti, più o meno gravi, dovuti ai ritmi di lavoro e all’obsolescenza dei macchinari e degli impianti, nonché allo stato complessivo dell’ambiente.

In più occasioni le rappresentanze sindacali, Rls e Rsu, in incontri con i vertici aziendali avevano fatto presente lo stato di cose e chiesto precisi interventi per ridurre al minimo i rischi.
Prosegue il testo: “E’ inaudito, e non è assolutamente intollerabile continuare con questa situazione rispetto alla salute e alla sicurezza dei lavoratori. Ciò che è avvenuto, ed accade, alla Food
Italia di Casale di Prato non è ammissibile. A maggior ragione in un contesto, quello della pandemia da Covid-19, dove è giustamente aumentata la sensibilità per la salute pubblica e per la tutela della incolumità nei luoghi di lavoro.

Quindi la chiusura con la proclamazione delle due ore di sciopero: “Per queste ragioni Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila Uil proclamano due ore di sciopero, alla fine di ogni turno, per venerdì 18 settembre, dei lavoratori dello stabilimento Food Italia di Prato. Diciamo basta. Non può e non deve più avvenire che la logica della produzione avvenga sulla pelle dei lavoratori, esposti al rischio costante di pesanti e gravi infortuni”.

Francesco Baccanelli (Flai Cgil), Eleonora Tomba (Uila Uil), Andrea Piccini (Fai Cisl)

Prato, 16 settembre 2020