Primo Maggio, ad Assisi una piazza tinta di blu. A Sesto Fiorentino comizio con il Segretario Generale UIL Toscana Paolo Fantappiè

In tantissimi, da tutta la Toscana, si sono riversati in piazza San Francesco per partecipare alla manifestazione  nazionale del Primo Maggio di CGIL CISL UIL. A Sesto Fiorentino comizio conclusivo del Segretario Generale UIL Toscana Paolo Fantappiè

Le parole del Segretario Generale UIL Toscana Paolo Fantappiè
“Vogliamo dedicare questo Primo Maggio a tutte le lavoratrici e i lavoratori in grandi difficoltà: ai precari, ai giovani, ai pensionati, alle donne e agli uomini che si sono trovati, dopo due anni di pandemia, a dover fare i conti con una guerra ai confini dell’Europa che allunga un’ombra inquietante sulle nostre vite e sulla nostra già traballante economia. La Toscana non è più la Toscana felix di qualche decennio fa. Anche sulla nostra terra assistiamo ogni giorno a ingiustizie,

a delocalizzazioni che mettono tra parentesi diritti e occupazioni impoverendo il territorio, a lavoratrici e lavoratori che rischiano la propria pelle per mancati controlli sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, a salari che non sono più adeguati al costo della vita. Siamo di fronte a scelte politiche coraggiose che non possiamo più rimandare. Il PNRR è l’occasione per rilanciare l’occupazione e gli investimenti pubblici, ma dobbiamo essere pronti per sfruttarne le potenzialità. Per questo chiediamo che i sindacati facciano parte della cabina di regia che dovrà discutere e progettare le ricadute del PNRR in Toscana”.